Centro Sportivo Davide Ancillotto

Come previsto dagli addetti ai lavori, in prospettiva delle prossime elezioni amministrative le forze politiche presenti sul nostro territorio stanno muovendo i primi passi verso nella ricerca di consensi . Alcune compagini sono in una fase più avanzata avendo già definito il candidato e abbozzato un programma, come noi di “Arese Futuro” con il dott. Ravelli o come il Partito Democratico con Augurusa. Altri partiti si stanno riposizionando, non sono ancora terminate le scosse di assestamento del terremoto politico provocato dalla vicenda Fornaro . Uno dei temi caldi di questa campagna elettorale sarà senz’altro la proposta di soluzioni per la gestione del centro sportivo, non a caso il PD, anticipando gli avversari, ha delegato il suo candidato ad esprimere su vari organi di stampa la sua ricetta per la soluzione della preoccupante vicenda .
Arese Futuro considera il percorso indicato da Augurusa, articolato in cinque punti, assolutamente di buon senso alcuni aspetti sono imprescindibili, la certificazione dei debiti, l’assegnazione degli ambiti tramite bando pubblico, la risoluzione del rapporto con INTESE e qualche investimento per manutenzione degli impianti sono proposte condivisibili . Nutriamo qualche dubbio sulla proposta di commissariamento di FACS , l’azione di un commissario spesso è interlocutoria e poco incisiva. Il dott. Ravelli , nel discorso di presentazione della sua candidatura ha sottolineato più volte la volontà di amministrare con ampia condivisione di risorse e senz’altro l’individuazione di una soluzione per la gestione del centro sportivo potrebbe essere un ottimo test per questa sua aspirazione. Siamo convinti che in Arese ci siano persone che potenzialmente possano contribuire a risollevare le sorti della struttura.
Ma la novità del fine settimana, che in qualche modo ci ha fatto sobbalzare, è l’intervista sempre relativa al CSDA, che il dott. Chiappini procuratore di INTESE ha rilasciato su un noto settimanale locale. Dove rivela una ottima predisposizione alla politica , infatti prima elogia ampiamente il suo operato (evidentemente la modestia non è il suo forte) e poi, contrariamente a quanto ci risulta, ribadisce la soddisfazione degli aresini per quanto sta avvenendo nel centro sportivo ed infine una furba adulazione alla forza politica che con molta probabilità governerà il paese nei prossimi anni.
Non siamo così presuntuosi per affermare di conoscere a fondo le vicissitudini del CSDA e noi come gli altri movimenti, partiti, associazioni sportive e organi istituzionali abbiamo pareri diversificati, però esiste un unico punto su cui tutti siamo d’accordo : INTESE deve lasciare il centro sportivo agli aresini.
E prima o poi qualcuno dovrà pur dirlo al dott. Chiappini